Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2016

George Michael morto d'infarto. Fondò gli Wham ed è stato l'autore di "Last Christmas"

Aveva 53 anni. La polizia: "Non ci sono circostanze sospette" legate alla scomparsa dell'artista. Il manager: "E' stato ucciso da un problema cardiaco". La sua lunghissima carriera: 100 milioni di dischi in 40 anni

David Bowie, Prince, Leonard Cohen, Paul Kantner, Keith Emerson e Greg Lake, e solo un giorno fa Rick Parfitt degli Status Quo: un 2016 di lutti nel mondo della musica e dello spettacolo. E, nel giorno di Natale, anche George Michael è scomparso.  “Pacificamente”, come dicono i familiari, nella sua casa in Inghilterra. I soccorsi, arrivati nel pomeriggio nella sua abitazione, nell'Oxfordshire, non hanno potuto che constatarne la morte. La polizia precisa che "non ci sono circostanze sospette" legate al decesso dell'artista. Il suo manager, Michael Lippman, ha spiegato che  George Michael è stato stroncato da un infarto.

FOTO Tutti gli artisti scomparsi nel 2016

Michael era arrivato al successo con i Wham, diventando de…

Blondie - Heart Of Glass

Coldplay - The Hardest Part

Il video

(...)
Il videoclip, diretto da Mary Wigmore e filmato il 3 marzo 2006 presso la banchina del porto di St. Petersburg (Florida), si ispira ad una puntata di un programma televisivo statunitense degli anni ottanta in onda sul network Lifetime, Attitudes Across America, i cui protagonisti sono una coppia di ballerini la cui particolarità è che la partner femminile ha ben 84 anni. I Coldplay, che suonano nello sfondo della esibizione di danza, sono stati aggiunti digitalmente al video originale. In una versione alternativa del video, il padre di Chris Martin è presente fra il pubblico.

Continua qui

I retroscena del video di 'The Hardest Part'R.E.M. - Losing My Religion (Video)Coldplay Official

Brani più popolari (Hymn For The Weekend finora con 618.781.513 visualizzazioni)


Chris. "Le nuove canzoni saranno orientate più sul suono della chitarra"

Paolo Conte - Via con me (It's wonderful)

Tidido, la rete sociale musicale gratuita.

Freddie Mercury, 25 anni fa l'ultimo applauso

Il carismatico cantante della rock band britannica dei Queen, ucciso prematuramente dall'aids Giovedì 24 novembre cadranno i 25 anni della morte della voce dei Queen, ancora oggi una delle icone più potenti prodotte dalla cultura pop. Persino nella morte prematura Freddie Mercury ha lasciato un segno, stroncato dall'Aids quando le terapie che oggi permettono di convivere con la malattia erano ancora di là da venire. Persino un superdivo multimiliardario che aveva clamorosamente portato i codici della teatralità gay sui palchi del rock aveva vissuto la sua omosessualità come un fatto privato, così come aveva tenuto nascosta per anni la sua malattia. La morte prematura per i divi è il passaporto per il mito. Continua quiThe Show Must Go OnWho Wants To Live ForeverLiving On My Own

La canzone più positiva di sempre è dei Queen, lo dice la scienza

Qual è la canzone positiva per eccellenza? Secondo il Dottor Jacob Jolij, la canzone più positiva di sempre è dei Queen: Don’t Stop Me Now del 1978. Il neuroscienziato cognitivo dell’Università di Groningen in Olanda ha studiato l’impatto sugli ascoltatori strutturando un’equazione che mostra il grado di benessere emanato dalle canzoni degli ultimi 50 anni ed è giunto alla sua conclusione. Nonostante sia uscito 38 anni fa, il brano dei Queen ha ancora la capacità di sollevare gli umori e di riempire le piste da ballo.

La canzone o la musica preferita di una persona sono spesso frutto di una scelta soggettiva, intimamente legata con la memoria e con le emozioni; sono proprio queste associazioni a determinare se una canzone riesce a mettere di buon umore o meno. Il dottor Jolij ha scovato però alcune componenti chiave che segnalano un brano ottimista, al di là dei gusti e delle percezioni personali. I testi positivi, la chiave musicale ed il ritmo veloce a 140-150 battiti …

Addio a Leonard Cohen, maestro della poesia in musica

L'artista canadese aveva 82 anni. Cantautore, letterato, intellettuale nei suoi lavori ha esplorato ogni aspetto della vita

L'ANNUS horribilis della musica si è portato via un altro massimo cantore della cultura popolare. Dopo David Bowie, dopo Prince, se n'è andato a 82 anni Mister "Hallelujah", il canadese Leonard Cohen, cantautore, poeta, romanziere, uno degli artisti più influenti del nostro tempo. Dall'amore fino alla politica, dal sesso alla religione, nelle sue canzoni e nei suoi racconti Cohen ha esplorato ogni aspetto della vita, con una sensibilità letteraria pari se non superiore a quella del premio Nobel Bob Dylan. Una prima parte della vita Cohen l'ha vissuta nel segno degli eccessi, mentre la seconda è stata caratterizzata da una ricerca spirituale che lo ha portato a isolarsi per quasi 15 anni, trascorsi per gran parte in un tempio buddista sul Mount Baldy in California, un'assenza terminata solo con il ritorno sulle scene nel…

Bruce Springsteen - Born in the U.S.A.

Video dal vivo


“Born down in a dead man’s town
the first kick I took
was when I hit the ground
you end up like a dog
that’s been beat too much
till you spend half your life
just covering up, now

Born in the U.S.A, I was
born in the U.S.A, I was
born in the U.S.A
born in the U.S.A, now
Got in a little hometown jam
so they put a rifle in my hands
sent me off to a foreign land
to go and kill the yellow man
Born in the U.S.A
born in the U.S.A
born in the U.S.A
born in the U.S.A
Come back home to the refinery
hiring man said - Son if it was up to me -
went down to see my V.A. man
he said - Son don’t you understand now -.
Born in the U.S.A
born in the U.S.A
born in the U.S.A
born in the U.S.A
I had a brother at Khe Sahn
fighting off the Viet cong
they’re still there, he’s all gone
he had a woman he loved in Saigon
I got a picture of him in her arms
Down in the shadow of the penitentiary
out by the gas fires of the refinery
I’m ten years burning down the road
nowhere to run ain’t, got …

Amy Winehouse - Love Is A Losing Game

Video

L'amore è un gioco in cui si perde

Per te ero una fiamma
l'amore è un gioco in cui si perde
cinque storie, fuoco appena sei arrivato
l'amore è un gioco in cui si perde

perchè vorrei non aver mai giocato?
che casino abbiamo combinato
e adesso la montatura finale è che
l'amore è un gioco in cui si perde

sviluppato dal gruppo
l'amore è una mano perdente
più di quello che potevo sopportare
l'amore è una mano perdente

dichiarato da se, profondo
fino a che cadono i frammenti
so che sei un uomo che ama il gioco d'azzardo
ma l'amore è una mano perdente

sebbene io sia piuttosto cieca
l'amore è un destino rassegnato
i ricordi rovinano la mia mente
l'amore è un destino rassegnato

tutte le nostre questioni futili
e presi in giro dalle divinità
e adesso la montatura finale è che
l'amore è un gioco in cui si perde
Fonte 


ValeryYou Know I'm No GoodRehab

Phil Collins torna sui palchi europei con il tour "Not Dead Yet: Live"

Dopo 10 anni di assenza dalle scene, Phil Collins torna sui palchi europei, a 65 anni, per un nuovo tour.


Collins, che nel 2011 aveva annunciato il suo stop con la musica, aprirà il suo tour alla Royal Albert Hall di Londra a giugno. Poi sarà a Colonia e Parigi per quello che ha chiamato il “Not Dead Yet:Live”.
L’artista britannico aveva confessato che dopo essersi ritirato aveva cominciato a bere troppo danneggiando la sua salute. Ma ora è tornato in forma.
Collins spiega che a spingerlo a riconsiderare l’idea di tornare a fare concerti è stata la gente: “Negli ultimi due anni la gente continuava a dirmi che gli mancavo. “Nessuno fa qwuello che fai tu. Sarebbe bello se tornassi a fare qualche concerto”. Queste parole hanno cominciato a lavorarmi dentro e mi sono detto:” Perchè non lo faccio? Per principio? Perchè avevo detto che mi ero ritirato? Ok, ho cambiato idea”.

Continua qui

Another Day In ParadiseAgainst All OddsOne More NightIn the air tonightLand of confusion 

Bob Dylan premio Nobel Le sue canzoni sono letteratura

Con il massimo riconoscimento al «bardo di Duluth» finisce, per come era stato fatto finora, il dibattito se sia lecito considerare le canzoni qualcosa di anche letterario Cultura popolare e cultura alta, folk e rock, acustica ed elettronica, canzoni e poesia non hanno più i confini del passato. O meglio tornano a non avere più confini. Bob Dylan ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura 2016 grazie a una produzione sconfinata di canzoni dai testi ad alto tasso di letterarietà e una capacità - questa la motivazione dell’Accademia - di «creare nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione della canzone americana». Sentiremo la sua voce gracchiare e la sua armonica suonare alla cerimonia di premiazione a Stoccolma? Forse no. Sarebbe bellissimo e strano, come questo premio, il primo dato a un artista da molti considerato essenzialmente un musicista. E non un poeta, se non dai suoi fan. Che si dividono in varie categorie: dylaniati, quelli più sentimental…

Cinque anni senza Amy Winehouse, ma la sua voce scalda ancora il cuore

Alle 15:53 del 23 luglio 2011 la cantante Amy Winehouse è stata trovata morta nel letto della sua casa al numero 30 di Camden Square a Londra. Sebbene fossero note le sue battaglie combattute contro l’abuso di alcol e di sostanze stupefacenti, né l’autopsia e né le indagini successive hanno mai chiarito le cause del decesso avvenuto all’età di 27 anni, anche lei vittima della cosiddetta «maledizione del 27». Ecco i suoi successi, dal singolo di debutto del 2003 Stronger Than Me al brano pubblicato postumo nel 2011 Our Day Will Come.

Fonte

I quarant’anni di “Via Paolo Fabbri 43”, il capolavoro di Francesco Guccini

La discografia di Francesco Guccini è ricca di album di notevole spessore, ma quello uscito nella tarda primavera del 1976 è in genere considerato il più rilevante. Proviamo a capire perché.

La data stampata sulla matrice del 33 giri marchiato EMI, numero di catalogo 3C 064 18188, recita “26 maggio”, e di norma le matrici non mentono. Del resto, proprio in questi giorni del 1976 “Via Paolo Fabbri 43” iniziava a scalare le classifiche nazionali con un’ascesa che si sarebbe arrestata al terzo gradino e, dunque, possiamo dirlo senza timore di smentita: il settimo lavoro di Francesco Guccini ha appena compiuto quarant’anni. Ed è uno splendido quarantenne, per citare Nanni Moretti, con buona pace di quanti reputano il cantautore emiliano – ritiratosi dalle scene musicali a fine 2012, con “L’ultima Thule” – superato, anacronistico, svincolato dalla realtà odierna. La vera Arte rimane però tale a prescindere dalle contingenze temporali e quella del “Burattinaio di parole”, come lui stesso si…

35 anni fa ci lasciava Rino Gaetano: ecco un medley dei suoi successi

Un incidente stradale lo portò via a soli trent’anni il 2 giugno 1981 sulla via Nomentana, a Roma. Ci lasciò troppo presto Rino Gaetano. Fu poco capito tra gli Anni 70 e 80 e solo dopo la morte le sue canzoni trovarono il successo meritato. Oggi, a trentacinque anni da quell’incidente, rendiamo omaggio all’artista di origini calabresi e dalla voce ruvida con un medley dei suoi più grandi successi: da Mio fratello è figlio unico del 1976 fino a A mano a mano del 1981. Un viaggio nella memoria e nella buona musica di quegli anni.

Video

Bob Dylan festeggia 75 anni - I 5 album più belli (e famosi)

Dai primi dischi folk alla svolta elettrica, gli album memorabili del bardo di Duluth  Continua qui

Bob Marley moriva 35 anni fa: 10 cose che forse non sapete

Dal calciatore preferito a Naomi Campbell, dalla Bmw a Bruce Springsteen  Continua quiBob Marley - Everything's Gonna Be Alright

Max Gazzè, “Ti sembra normale”: ecco il nuovo singolo e il videoclip

Il nuovo singolo di Max Gazzè si intitola “Ti sembra normale”, terzo singolo tratto dall’album già Disco d’Oro “Maximilian”, dopo le hit “La vita com'è” e “Mille volte ancora”. È un brano orecchiabilissimo, nel perfetto stile dei fratelli Gazzè: il pezzo è stato firmato infatti da Max e Francesco Gazzè, insieme al co-autore Francesco De Benedittis; il testo racconta in modo divertito di un corteggiamento e di un “amore” particolari. La canzone sarà in onda su Radio Italia da domani, venerdì 29 aprile, e il videoclip è già disponibile online.

Continua qui (video)

Rolling Stones in concerto all'Avana, il disgelo è rock

Decine di migliaia di fan in delirio nella Ciudad Deportiva

"Ciao Avana, e buonasera alla mia gente cubana": con queste parole Mick Jagger ha aperto il concerto gratuito che i Rolling Stones hanno offerto nella Ciudad Deportiva della capitale di Cuba, uno show simbolo del "disgelo" nell'isola, al quale hanno assistito decine di migliaia di fan in delirio. Difficile valutare quanto era grande il pubblico, ma in mancanza di stime ufficiali si può comunque dire che c'era tantissima gente a saltare appena ha riconosciuto il classico riff di 'Jumpin Jack flash', il pezzo con il quale la band britannica ha aperto il concerto. Per l'occasione, gli Stones hanno portato all'Avana lo show già collaudato nel trionfale tour sudamericano chiusosi pochi giorni fa in Messico.

Continua qui

Coldplay

Tutto è iniziato con l'annuncio sul profilo Twitter ufficiale della band, che recitava:"Ci servono 250 fan per il video di ASFOS domani (martedì). Fatevi trovare alle 11.30 al Courthouse Hotel, 202 Australia St, Newtown, Sydney. Portate un sorriso. PH". E così, è stato dato il via al progetto dell'attesissimo video ufficiale di A Sky Full Of Stars, l'ultimissimo singolo estratto da Ghost Stories, il nuovo album dei Coldplay.

Il video ufficiale di A Sky Full Of Stars ha come regista Mat Whitecross, vecchia conoscenza e grande amico della band, e vedrà Chris, Will, Guy e Jonny attraversare le strade di Sydney 'vestiti' da one men band e interpretare il brano.



...e tutti gli altri video




Lady Gaga, l'omaggio a David Bowie ai Grammy Awards

Si veste da 'Duca Bianco' e duetta a Los Angeles con Nile Rodgers

Grammy Awards da sempre riservano uno spettacolo straordinario e anche questa cinquantottesima edizione non è stata da meno, con esibizioni e tributi che resteranno nella storia della musica o, come amano dire i membri della Recording Academy, in quella dei "momenti da Grammy". Sicuramente toccanti le performance di Lionel Richie, protagonista di un medley con le sue canzoni più famose "Love Oh Love" e "All Night Long" e anticipato da un tributo in suo onore a più voci, quelle di Demi Lovato, John Legend, Luke Bryan, Meghan Trainor e Tyrese e quello inevitabile a Glenn Frey, compianto leader degli Eagles, che hanno cantato, ottenendo una standing ovation il loro cavallo di battaglia: "Take it Easy".

Continua qui

GUARDA DA YOUTUBE IL LIVE DI LADY GAGA AGLI AWARDS



Tra jazz e avanguardia, la "stella nera" di David Bowie nei cieli del rock

Sperimentale, dissonante, aristocratico. Nel giorno del suo 69° compleanno il Duca Bianco pubblica il suo 25° album in studio, "Blackstar". Il produttore Tony Visconti: "L'obiettivo era evitare il rock & roll"

Continua qui

David Bowie, il sito

Il video di Lazarus


11.01.16 - È morto David Bowie, il trasformista del rockAshes To AshesSpace OddityLife On Mars?Let's DanceChina Girl 
HeroesAbsolute Beginners
Modern LoveBlue JeanThe Next Day