sabato 23 luglio 2016

Cinque anni senza Amy Winehouse, ma la sua voce scalda ancora il cuore

Alle 15:53 del 23 luglio 2011 la cantante Amy Winehouse è stata trovata morta nel letto della sua casa al numero 30 di Camden Square a Londra. Sebbene fossero note le sue battaglie combattute contro l’abuso di alcol e di sostanze stupefacenti, né l’autopsia e né le indagini successive hanno mai chiarito le cause del decesso avvenuto all’età di 27 anni, anche lei vittima della cosiddetta «maledizione del 27». Ecco i suoi successi, dal singolo di debutto del 2003 Stronger Than Me al brano pubblicato postumo nel 2011 Our Day Will Come.

Fonte

martedì 14 giugno 2016

I quarant’anni di “Via Paolo Fabbri 43”, il capolavoro di Francesco Guccini

La discografia di Francesco Guccini è ricca di album di notevole spessore, ma quello uscito nella tarda primavera del 1976 è in genere considerato il più rilevante. Proviamo a capire perché.

La data stampata sulla matrice del 33 giri marchiato EMI, numero di catalogo 3C 064 18188, recita “26 maggio”, e di norma le matrici non mentono. Del resto, proprio in questi giorni del 1976 “Via Paolo Fabbri 43” iniziava a scalare le classifiche nazionali con un’ascesa che si sarebbe arrestata al terzo gradino e, dunque, possiamo dirlo senza timore di smentita: il settimo lavoro di Francesco Guccini ha appena compiuto quarant’anni. Ed è uno splendido quarantenne, per citare Nanni Moretti, con buona pace di quanti reputano il cantautore emiliano – ritiratosi dalle scene musicali a fine 2012, con “L’ultima Thule” – superato, anacronistico, svincolato dalla realtà odierna. La vera Arte rimane però tale a prescindere dalle contingenze temporali e quella del “Burattinaio di parole”, come lui stesso si è definito, appartiene alla categoria e non sarà mai cancellata dalla storia maggiore della canzone italiana; al di là delle critiche più o meno pertinenti che sono state mosse alla sua voce di sicuro particolare o alla relativa staticità delle trame musicali, quella di Guccini è una figura che non ha reali termini di paragone, e i suoi testi – profondi sul piano sostanziale e ricercatissimi su quello formale, ma di una ricercatezza fra il colto e il popolare e qua e là persino ruvida – sono un inesauribile serbatoio di gioie… ebbene, sì: letterarie.

Continua qui

Via Paolo Fabbri 43 (Audio)

venerdì 3 giugno 2016

35 anni fa ci lasciava Rino Gaetano: ecco un medley dei suoi successi

Un incidente stradale lo portò via a soli trent’anni il 2 giugno 1981 sulla via Nomentana, a Roma. Ci lasciò troppo presto Rino Gaetano. Fu poco capito tra gli Anni 70 e 80 e solo dopo la morte le sue canzoni trovarono il successo meritato. Oggi, a trentacinque anni da quell’incidente, rendiamo omaggio all’artista di origini calabresi e dalla voce ruvida con un medley dei suoi più grandi successi: da Mio fratello è figlio unico del 1976 fino a A mano a mano del 1981. Un viaggio nella memoria e nella buona musica di quegli anni.

Video

martedì 24 maggio 2016

mercoledì 18 maggio 2016

Coldplay, il nuovo videoclip è un vero capolavoro

“Up&Up”, nuovo singolo dei Coldplay, è un capolavoro di effetti speciali diretto da Vania Heymann e Gal Muggia. Si tratta del terzo singolo estratto da “A Head Full of Dreams”, settimo album in studio dei Coldplay

Il video

sabato 30 aprile 2016

Max Gazzè, “Ti sembra normale”: ecco il nuovo singolo e il videoclip


Il nuovo singolo di Max Gazzè si intitola “Ti sembra normale”, terzo singolo tratto dall’album già Disco d’Oro “Maximilian”, dopo le hit “La vita com'è” e “Mille volte ancora”. È un brano orecchiabilissimo, nel perfetto stile dei fratelli Gazzè: il pezzo è stato firmato infatti da Max e Francesco Gazzè, insieme al co-autore Francesco De Benedittis; il testo racconta in modo divertito di un corteggiamento e di un “amore” particolari. La canzone sarà in onda su Radio Italia da domani, venerdì 29 aprile, e il videoclip è già disponibile online.

Continua qui (video)

sabato 26 marzo 2016

Rolling Stones in concerto all'Avana, il disgelo è rock

Decine di migliaia di fan in delirio nella Ciudad Deportiva

"Ciao Avana, e buonasera alla mia gente cubana": con queste parole Mick Jagger ha aperto il concerto gratuito che i Rolling Stones hanno offerto nella Ciudad Deportiva della capitale di Cuba, uno show simbolo del "disgelo" nell'isola, al quale hanno assistito decine di migliaia di fan in delirio. Difficile valutare quanto era grande il pubblico, ma in mancanza di stime ufficiali si può comunque dire che c'era tantissima gente a saltare appena ha riconosciuto il classico riff di 'Jumpin Jack flash', il pezzo con il quale la band britannica ha aperto il concerto. Per l'occasione, gli Stones hanno portato all'Avana lo show già collaudato nel trionfale tour sudamericano chiusosi pochi giorni fa in Messico.

Continua qui

sabato 12 marzo 2016

Morto Keith Emerson, è suicidio. Fondò gli "Emerson, Lake & Palmer"

Un impareggiabile virtuoso delle tastiere. Keith Emerson, morto  suicida per un colpo di rivoltella alla testa nella sua villa di Santa Monica in California, è stato uno dei musicisti simbolo del Progressive, uno dei primi tastieristi a usare il Moog e, soprattutto a suonarlo dal vivo."

Continua qui

Lucio Dalla - Caruso

Il video

martedì 1 marzo 2016

Coldplay


Tutto è iniziato con l'annuncio sul profilo Twitter ufficiale della band, che recitava:"Ci servono 250 fan per il video di ASFOS domani (martedì). Fatevi trovare alle 11.30 al Courthouse Hotel, 202 Australia St, Newtown, Sydney. Portate un sorriso. PH". E così, è stato dato il via al progetto dell'attesissimo video ufficiale di A Sky Full Of Stars, l'ultimissimo singolo estratto da Ghost Stories, il nuovo album dei Coldplay.

Il video ufficiale di A Sky Full Of Stars ha come regista Mat Whitecross, vecchia conoscenza e grande amico della band, e vedrà Chris, Will, Guy e Jonny attraversare le strade di Sydney 'vestiti' da one men band e interpretare il brano.


A Sky Full Of Stars...

...e tutti gli altri video




martedì 16 febbraio 2016

Lady Gaga, l'omaggio a David Bowie ai Grammy Awards

Si veste da 'Duca Bianco' e duetta a Los Angeles con Nile Rodgers

Grammy Awards da sempre riservano uno spettacolo straordinario e anche questa cinquantottesima edizione non è stata da meno, con esibizioni e tributi che resteranno nella storia della musica o, come amano dire i membri della Recording Academy, in quella dei "momenti da Grammy". Sicuramente toccanti le performance di Lionel Richie, protagonista di un medley con le sue canzoni più famose "Love Oh Love" e "All Night Long" e anticipato da un tributo in suo onore a più voci, quelle di Demi Lovato, John Legend, Luke Bryan, Meghan Trainor e Tyrese e quello inevitabile a Glenn Frey, compianto leader degli Eagles, che hanno cantato, ottenendo una standing ovation il loro cavallo di battaglia: "Take it Easy".

Continua qui

GUARDA DA YOUTUBE IL LIVE DI LADY GAGA AGLI AWARDS



The Police - Every Breath You Take

Il video

lunedì 18 gennaio 2016

Simon & Garfunkel: Sound Of Silence

Audio

"Hello darkness, my old friend
I've come to talk with you again
Because a vision softly creeping..."

venerdì 8 gennaio 2016