mercoledì 19 luglio 2017

Santana, compie 70 anni l'inventore del latin rock

Artista continua a dimostrare la forza dell'intuizione che lo ha portato nella storia

Ora che sta per compiere 70 anni (giovedì 20 luglio), Carlos Santana continua a dimostrare la forza dell'intuizione che lo ha portato nella storia: l'invenzione del latin rock. Un nuovo modo di suonare che il mondo scoprì all'improvviso, in modo clamoroso quando, poco più che ventenne, senza ancora che il primo album fosse arrivato nei negozi, con la sua band, e l'incendiaria maratona strumentale di "Soul Sacrifice", firmò una delle più celebri performance di Woodstock. Carlos era nato in Messico, si era fatto le ossa suonando nei club di Tijuana, la storica città di confine con la California e poi era cresciuto a San Francisco nel pieno della Summer Of Love. Dopo aver fatto il lavapiatti e il musicista da strada, si era fatto notare al Fillmore West, il leggendario club di Bill Graham, l'uomo che lo porterà a Woodstock. Da perfetto sconosciuto a star in 24 ore: era il 1969 e quell'esplosiva miscela di rock, blues, soul e ritmi latini (mai prima di allora nel mondo del rock qualcuno aveva dato un simile risalto a congas, timbales e alle claves, gli schemi ritmici su cui è costruita la musica latina) ebbe un successo clamoroso, grazie a hit ancora famosissime come "Oye Como Va", "Evil Ways", "Black Magic Woman". 

Continua qui 

 

Oye Como Va

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.