giovedì 9 marzo 2017

Pink Floyd, mezzo secolo contro i muri

(ANSA) - LONDRA, 9 MAR - La loro lotta contro il conformismo e tutti i tipi di muri iniziava 50 anni fa, il 10 marzo 1967, con l'uscita di 'Arnold Layne', il primo singolo. I Pink Floyd irrompevano tramite la radio nelle case della benpensante Gran Bretagna con la storia (per di più vera) di un travestito che si aggirava per le vie di Cambridge rubando indumenti femminili. Era solo l'inizio per la band diventata leggenda del rock. Londra e il resto del mondo non potevano che celebrare con una serie di eventi, a partire da una grande mostra, questa epopea in musica fatta di ribellione e simboleggiata dall'album 'The Wall'. "The Wall è più che mai attuale - ha detto Roger Waters in un'intervista al Guardian - e proprio Trump rappresenta tutto quello che noi dobbiamo evitare". A maggio aprirà al V&A di Londra la 'Pink Floyd Exhibition': 350 cimeli, fra cui strumenti musicali, testi di canzoni, foto, opere d'arte, il tutto immerso nei suoni e nelle atmosfere dei tanti album che hanno reso celebre il gruppo inglese.

Fonte 

Pink Floyd: le grafiche originali di "The Wall" sono state messe in vendita

 

Pink Floyd - Another Brick In The Wall (HQ)

 

Pink Floyd - Dark Side Of The Moon

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.